01

REPARTO
CAMBI
AUTOMATICI

Il Reparto cambi automatici della Italcar di Velletri, grazie al personale qualificato e specializzato nel settore si occupa di fornire servizi e assistenza nel campo dei cambi automatici come assistenza pre e post vendita, revisioni, collaudi e preventivi riparazioni

02

REVISIONE>

In fase di revisione il cambio viene prima di tutto esaminato e valutata l'anomalia, successivamente lavato pulito e trattato accuratamente, vengono poi esaminati tutti i componenti interni e sostituiti quelli non più conformi ed infine riassemblato; tutto ciò viene effettuato da personale specializzato e qualificato e con l'utilizzo di attrezzature specifiche.

03

MANUTENZIONE E LAVAGGIO

Il cambio automatico è una delle parti fondamentali e più delicate della tua auto quindi va tenuto costantemente sotto controllo. Grazie alla manutenzione ed al lavaggio eseguito nelle Officine ITALCAR SERVICE con macchinari appositamente realizzati che vanno a pulire ed eliminare tutte le impurità all'interno delle cavità del cambio, senza dover scomporre il cambio.

Reparto cambi automatici


Assistenza pre e post vendita, revisioni, collaudi e preventivi riparazioni


Il Reparto cambi automatici della Italcar di Velletri, grazie al personale qualificato e specializzato nel settore si occupa di fornire servizi e assistenza nel campo dei cambi automatici quali:

  • Revisione cambio automatico
  • Assistenza cambio automatico
  • Rigenerazione cambio automatico
  • Preventivi riparazione cambio automatico
  • Manutenzione cambio automatico
  • Assistenza stradale guasti cambio automatico


Contattaci
 
Una trasmissione con cambio a rotismi epicicloidali idraulico è solitamente costituito dalle seguenti parti:

  • Convertitore di coppia: è un dispositivo interposto tra il motore ed il cambio che sostituisce la tradizionale frizione. Produce una variazione della coppia alle basse velocità e durante le accelerazioni, ma soprattutto azionato "al minimo" (ossia al minimo regime del motore) non trasmette momento torcente, se non di entità minima e comunque sempre vincibile da una minima azione dei freni. Un veicolo con convertitore di coppia ha quindi (salvo casi particolari) solo due pedali: acceleratore e freno. Tale organo meccanico è diffuso anche su veicoli su cui non è presente una trasmissione a cambio automatico, come in molte macchine operatrici, e in alcuni veicoli ferroviari. Il convertitore di coppia svolge anche una limitata regolazione continua del rapporto, in aggiunta al rapporto fisso del cambio.

  • Cambio a rotismi epicicloidali: costituisce la parte principale di un cambio automatico. Il rapporto di trasmissione è determinato, come già detto, da un sistema di freni e frizioni agenti su sistemi epicicloidali.

  • Attuatore: è il centro di controllo di tutto il sistema. Tradizionalmente è costituito da un sistema idraulico in cui un fluido in pressione giunge da una pompa azionata dall'albero di ingresso, e qui viene regolato da un sistema di valvole premute da molle. Il sistema di valvole elabora la pressione della pompa e la pressione di un rivelatore centrifugo (oltre ad un segnale idraulico determinato dalla posizione della leva di selezione e della valvola a farfalla) per determinare il rapporto da inserire. La differenza di pressione tra due cavità determina l'apertura o la chiusura di una valvola di comando, consentendo o meno il passaggio del fluido che aziona gli attuatori di frizioni e freni. Si tratta di un vero e proprio calcolatore idraulico, e infatti in molti cambi moderni è un microprocessore ad azionare le valvole con l'aiuto di attuatori elettromeccanici. La complessità e il notevole numero di componenti costituenti il corpo valvole rendevano in passato il cambio automatico molto costoso rispetto al manuale. Oggi la produzione di massa ha ridotto la differenza di prezzo di questo optional.


07

RICAMBI DI QUALITA'

Il Reparto Revisione Cambi Automatici delle Officine ITALCAR SERVICE utilizza solo prodotti e ricambi delle migliori marche; un buon prodotto e materiali adatti assicurano la maggior durata del componente cambiato ed una maggiore sicurezza dell'automobilista, evitando di dover sostuire di nuovo il pezzo, quindi risparmio di tempo e di denaro.

08

REVISIONE MECCATRONICA

La meccatronica controlla ed esegue funzioni come l'adattamento della pressione dell’olio nell’impianto idraulico, controllo e regolazione trasmissione, selezione del punto di cambio, regolazione doppia frizione, raffreddamneto frizione, comunicazioni moduli di controllo e l'autodiagnostica

Assistenza Reparto cambi automatici Italcar


Personale altamente qualificato in grado di rispondere a tutte le vostre richieste, ogni tecnico è specializzato nel propri osettore, preparato su ogni problematiche e aggiornato su tutte le novità che riguardano il mondo dei cambi automatici.


Contattaci

Reparto cambi automatici

Assistenza pre e post vendita, revisioni, collaudi e preventivi riparazioni

Il Reparto cambi automatici della Italcar di Velletri, grazie al personale qualificato e specializzato nel settore si occupa di fornire servizi e assistenza nel campo dei cambi automatici quali:

- Revisione cambio automatico
- Assistenza cambio automatico
- Rigenerazione cambio automatico
- Preventivi riparazione cambio automatico
- Manutenzione cambio automatico
- Assistenza stradale guasti cambio automatico


Cambio automatico: ma come funziona?



Il cambio automatico come il cambio manuale, provvede al cambio della marcia ma, a differenza di quest’ultimo, effettua l’operazione autonomamente grazie a dei dispositivi che variano la marcia in base al numero di giri raggiunto. Le auto con cambio automatico regalano un comfort di guida maggiore rispetto a quelle con cambio manuale vista l’assenza del pedale della frizione. L’automobilista che sceglie un’auto con cambio automatico dovrà quindi guidare utilizzando esclusivamente il piede destro per accelerare e frenare, mentre potrà tranquillamente far riposare il piede sinistro.



Meglio il cambio automatico o manuale?

La scelta tra cambio automatico o manuale è puramente soggettiva e deve essere effettuata in base all’utilizzo prevalente che si farà della propria vettura. I puristi della guida sportiva preferiscono avere un’auto dotata di cambio manuale per avere un controllo totale del mezzo e decidere loro quando effettuare il cambio marcia. Ulteriore motivazione che può pesare nella scelta tra cambio automatico o manuale riguarda il prezzo. In media un cambio automatico può far aumentare il prezzo di acquisto della nuova vettura di un migliaio di euro. Il cambio automatico, tuttavia, presenta numerosi elementi a proprio vantaggio. Se, infatti, utilizzate l’auto prevalentemente in città, le autovetture con cambio automatico sono da preferire in quanto, essendo prive del pedale della frizione, garantiscono un comfort di guida inarrivabile da quelle con cambio manuale. Il cambio automatico nel traffico cittadino permette inoltre un notevole risparmio di carburante. In secondo luogo un’auto con cambio automatico regala una sicurezza di guida maggiore dato che le mani non dovranno mai essere spostate dal volante per effettuare il cambio marcia. Infine, i moderni cambi automatici sequenziali regalano delle sensazioni di guida simili a quelle di una vettura da corsa.




Qual è il miglior cambio automatico?

Al termine di questa guida è quindi giunto il momento di capire quale tra le varie tipologie di cambio automatico sia il migliore.



Cambio automatico a convertitore di coppia

In questa tipologia di cambio automatico la coppia motrice si trasferisce tramite un convertitore idraulico posizionato tra motore e cambio e, grazie a delle valvole, si provoca una differenza di pressione di olio che consente il cambio marcia. I sistemi più vecchi erano decisamente complessi, ma l’evoluzione elettronica ha reso questa tipologia di cambi meno complicati e meno costosi.


Cambio automatico robotizzato

Questo tipo di cambio automatico è utilizzato sulle vetture più sportive dato che consente passaggi di marcia molto rapidi. Si tratta di un cambio semiautomatico in quanto i rapporti sono meccanici mentre la selezione e l’innesto delle marce avviene in modo elettronico. Sarà quindi il guidatore a scegliere la marcia adatta utilizzando la leva o i paddle dietro al volante.


Cambio a variazione continua

Il cambio automatico CVT si caratterizza per la presenza di una coppia di pulegge attorno alle quali è avvolta una cinghia. In base ai giri del motore le pulegge si spostano e in questo modo varia il diametro della cinghia. Questo sistema consente al motore di funzionare costantemente al regime di coppia massima garantendo un maggiore risparmio di carburante.


Cambio automatico a doppia frizione

Questa tipologia di cambio automatico è la più moderna ed è caratterizzata, come dice il nome, da due frizioni. Una è dedicata ai rapporti pari e una a quelli dispari: entrambe sono poi collegate a due alberi di trasmissione che ruotano contemporaneamente. Vengono ingranati due rapporti alla volta, ma la coppia viene inviata solo a quello selezionato. Questa tipologia di cambio garantisce una velocità di cambiata rapidissima, assolutamente non paragonabile a quella del cambio manuale, oltre a un comfort di guida di assoluto livello quando si decide di procedere a ritmi più blandi. A fronte di un costo leggermente superiore al manuale, è di solito indicato quale miglior cambio automatico da scegliere per la propria vettura.


Cambio automatico, un vantaggio per la tua sicurezza

Un indubbio vantaggio del cambio automatico è la maggiore sicurezza che questo offre rispetto al manuale, dovuta al fatto che, non dovendo staccare spesso le mani dal volante per cambiare le marce, il guidatore può concentrarsi sulla guida senza distogliere lo sguardo dalla strada. Questo principio trova la sua massima espressione in pista dove, sulle auto da corsa, il cambio automatico di ultima generazione “doppia frizione” ha quasi completamente sostituito il manuale. Le differenze tra i due sistemi sono dunque molte, ma molti sono anche i vantaggi di entrambi. Per questo, la scelta tra l’uno e l’altro diventa esclusivamente soggettiva.


Occorre effettuare una regolare manutenzione anche al cambio automatico!

I vantaggi della trasmissione automatica sono ormai risaputi, ma purtroppo tutti i dispositivi, anche i più sofisticati, non sono immuni da inconvenienti vari ed eventuali. Tuttavia, a differenza della cura di altre componenti della nostra macchina, in riferimento alla manutenzione del cambio automatico non esiste un iter ben definito su ogni quanto, ad esempio sostituire l’olio, e i pareri tra costruttori, tecnici ed esperti non sono omogenei. Inoltre, soprattutto in riferimento ai modelli più avanzati molti meccanici alzano le mani e consigliano al cliente di rivolgersi direttamente a officine autorizzate.


Ogni quanto va eseguita la manutenzione cambio automatico

Un check up è consigliabile ogni 50 mila (max 80 mila) chilometri di percorrenza. Km più, km meno poco importa in quanto gli esperti invitano l’automobilista a prendere in considerazione anche altri fattori come il proprio tipo di guida, le strade di solito percorse, il tempo in cui tutti quei km vengono percorsi. Il cambio necessita di assistenza perché come le altre componenti è soggetto ad usura e viene lubrificato dal suo olio/ATF specifico.


Ogni quanto va cambiato l’olio del cambio automatico

Manutenzione e cambio coincidono in quanto con l’uso dell’auto e il suo deterioramento, l’olio viene sporcato da parecchie impurità. Tuttavia esiste un filone di pensiero che non ritiene il cambio olio per le auto automatiche necessario. Questa posizione viene giustificata dal fatto che l’olio non svolge la funzione di lubrificazione e attenuazione degli attriti delle parti meccaniche in quanto non sono presenti nel cambio automatico. Il fatto che l’olio svolga un’altra funzione nelle auto con cambio automatico, non significa a nostro parere che non vada sostituito.


Perché è importante il cambio olio nelle macchine con cambio automatico?

Dall’olio dipendono le caratteristiche prestazionali del cambio e quindi dell’auto stessa. Dettaglio importante nella scelta dell’olio è poi la qualità e, in riferimento alla manutenzione del cambio automatico, la sua pulizia. Con l’olio sporco si ha una riduzione della potenza del convertitore di coppia la cui pompa trasmette il movimento alla turbina e a sua volta allo statore. Con un olio sporco e non di qualità il cambio della marcia automatico avverrà ad un numero di giri non ottimale con conseguente aumento anche dei consumi.


Quanto costa la manutenzione cambio automatico?

Il costo della manutenzione del cambio automatico varia a seconda del modello. Si ricorda che in una procedura completa l’auto viene prima sottoposta a diagnosi, una volta raffreddata si procede alla rimozione della coppa, drenaggio del vecchio olio, rimozione di filtro e guarnizione. Filtro e guarnizione vengono poi sostituiti e la coppa rimontata. Importante la quantità di lubrificante inserito e l’additivo specifico per modello/marca di auto. La manutenzione si conclude con una prova su strada e accertamento di eventuali perdite. Si ricorda che occorre un’attrezzatura specifica e tanta professionalità ed esperienza per una buona manutenzione del cambio automatico quindi il fai da te in questo caso è sconsigliato

.
REPARTO-GPL-E-METANO

Informazioni o Preventivi


Inviaci una email per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo.

Da molti anni, grazie ai continui aggiornamenti ed alle sofisticate attrezzature diagnostiche fornite Bosch e Magneti Marelli, la ITALCAR Service è in grado di svolgere tutti i reset e le interrogazioni delle centraline di bordo, riuscendo a diagnosticare anche guasti complessi.


Sei già cliente?
Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 13 del d. lgs. 196/2003 - Informativa sulla privacy

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Dove siamo

 
WhatsApp chat